In materia di cultura

Il quinquennio alla presidenza della V Commissione ha avuto, tra gli altri, l’obiettivo di favorire lo sviluppo e il ruolo della cultura. Si è passati da un sistema in cui i finanziamenti erano indiscriminati a un sistema oggettivo che premia i progetti partecipando ai bandi. Una rivoluzione nelle modalità di erogazione dei soldi pubblici sul territorio, avendo come obiettivo la qualità e la progettualità.
In questo senso la Legge regionale 11 agosto 2014, n.16, recante norme regionali in materia di attività culturali ha riformato le modalità di finanziamento nel settore della cultura, individuando 5 settori di intervento regionale, tra cui lo spettacolo dal vivo, l’attività cinematografica e audiovisiva e la valorizzazione della memoria storica.
In continuità con la precedente, la Legge regionale 25 settembre 2015, n. 23 ha introdotto un Sistema museale regionale e un sistema di reti museali, nonché una rete di biblioteche regionali.

Condividere l'informazione è importante

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *